CEAS WWF Monte Arcosu − Comune di Uta

Indirizzo: Strada vicinale Guttureddu - Loc. Sa Canna, Uta

E-mail: montearcosu@wwf.it

Telefono: 329 831 57 54

Soggetto titolare: Comune di Uta

Referente:

E-mail:

Telefono:

Soggetto gestore: Oasi WWF Monte Arcosu

Referente: Antonello Loddo

E-mail: a.loddo@wwfoasi.it

Telefono: 329 831 57 54

Tematiche:

Le attività principali del CEAS

In  linea  con  le  attività  principali  del  WWF  Italia  (l’elaborazione  e  l’attuazione  di  programmi  di conservazione di specie e di ambienti minacciati) e in coerenza con quanto  è promosso in tutte le Oasi WWF, l’Oasi di Monte Arcosu a partire dall’anno della sua istituzione (1985) cura la gestione tecnico scientifica dell’area naturale in relazione al Piano di gestione della Riserva (conservazione del patrimonio ambientale e delle specie selvatiche con particolare riguardo verso la salvaguardia del  cervo  sardo) nell’ambito della quale è stato istituito il centro di educazione ambientale oggi confluito nel CEAS Monte Arcosu a titolarità del comune di Uta.

Svolge:

  • attività  di   sensibilizzazione a tutela  dai  danni  derivabili  dagli  incendi  e  dal  bracconaggio, della biodiversità naturale in generale;
  • promuove la  ricerca  e  l’attività  scientifica  (censimento  del  cervo,  monitoraggio  degli  indicatori biologici, valutazione energie rinnovabili );
  • realizza attività didattiche, formative laboratoriali per le scuole di  ogni  ordine  e  grado relativo alle principale problematiche ecologiche e sociali;
  • sviluppa  progetti  di  inclusione  sociale;
  • propone escursionismo guidato  per  esperti,  adulti,  giovani  e  bambini  e  attività  in  natura  per  favorirne  conoscenza  e consona fruizione ( corsi di fotografia naturalistica, turismo sostenibile). Le attività possono essere residenziali all’interno del parco naturale in proprie strutture ricettive.

 

Obiettivi e compiti

  • Sensibilizzazione e conoscenza: grande parte delle attività sono rivolte a affrontare temi critici per la tutela ambientale e crescita sociale delle persone, in particolare verso i ragazzi e le scolaresche vengo sviluppati specifici programmi didattici sui temi della biodiversità, dell’inquinamento, dell’alimentazione – attività agricole e dell’arte per una visione più sostenibile e critica del mondo che ci circonda.
  • La ricerca: per promuovere  la  divulgazione  e  informazione scientifica  con  l’obiettivo  di  sviluppare  le  tre  fasi  di  una  proficua  educazione  ambientale  :  l’ “imparare” che equivale alla conoscenza della nostra impronta ecologica, il “riflettere ” sul nostro stile di vita e il “prendere coscienza”  della nostra capacità concreta di cambiarlo.
  • Turismo sostenibile nelle aree naturali protette: la promozione  di  una  fruizione  delle aree protette  naturale  che,  diffondendo  la  conoscenza  del patrimonio  delle  civiltà  e  culture,  ne  favorisca  l’economia  attraverso  il  sostegno  alle    piccole produzioni    compatibili,  faciliti  l’incontro  e  il  dialogo  attraverso  l’attenzione  alla  persona caratterizzano  principi  e  pratiche  di  un  turismo  che  guarda  oltre  la  logica  del  profitto  e  che dell’impresa valuta con pari interesse i risultati  del bilancio ambientale, sociale e quelli della sua sostenibilità economica.
  • Il volontariato: asse portante dell’Associazione WWF Italia che grazie ai giovani e adulti è riuscita a diffondere le buone pratiche tra la cittadinanza, realizzare progetti a tutela de patrimonio naturale. Il CEAS supporta e promuove attività di volontariato attivo all’interno e fuori dall’oasi.
  • Inclusione sociale: Il CEAS facendo propri orientamenti e istanze di recente emanati dall’Unione Europea in merito all’agricoltura sociale e in Italia a favore del ruolo didattico, educativo, sociale delle attività rurali ( Legge n.141 del 2015, Leggi n.206 e n.112 del 2016, Decreto Legislativo del 20 febbraio 2017)  ) si  pone come riferimento aperto a una collaborazione che sia di supporto formativo attivo  a quelle istituzioni che hanno diretto carico di sostenere le persone che  presentano  forme  di  svantaggio  psico-fisico  oppure  di  disagio  sociale  e,  parimenti,  per sensibilizzare la comunità locale attraverso azioni positive rivolte a fasce sociali svantaggiate. A tale proposito tra WWF Oasi e Fondazione Domus de Luna è stata stipulata di recente una convenzione per sviluppare in Oasi questa prospettiva.

 

 

Offerta formativa:

Le attività didattiche rivolte al pubblico

L’Oasi di Monte Arcosu, nella quale ha sede il CEAS A. Monni, offre molteplici possibilità a chi desidera visitarla. Per questo le nostre proposte vanno dal semplice servizio di accoglienza (fornire informazioni sui sentieri, aree pic-nic, ecc.), ai trekking o all’organizzazione di stages residenziali rivolti alle Scuole di ogni ordine e grado, agli Enti di Formazione professionale o ad appassionati di fotografia e micologia.
Di seguito, un breve elenco delle nostre offerte:

  • Giornate natura ed escursioni – si tratta di escursioni di una sola giornata da effettuarsi sia presso la Riserva, sia in altri siti.
  • Escursioni fotografiche – Accompagnati dalle guide dell’Oasi si avrà accesso ai luoghi in cui è più semplice fotografare gli animali o gli endemismi floristici della Riserva.
  • Trekking e Hiking.
  • Stages a tema – Si tratta di corsi residenziali da svolgersi durante i fine settimana.
  • Stages di formazione – sono rivolti ad Enti di formazione professionale che intendono svolgere lo stage formativo in un’area protetta. I partecipanti saranno coinvolti in attività educative e gestionali.
  • Campi Avventura – Sono campi dedicati alle vacanze in natura, rivolti ai bambini dai 6 ai 10 anni e dagli 11 ai 14. Dieci giorni immersi nel verde di Monte Arcosu e nel magico mare della Sardegna del sud.
  • Studio e realizzazione di progetti di Educazione ambientale – Questa attività è un supporto tecnico per tutte le Scuole, Enti pubblici, Associazioni, ecc. che intendano presentare e realizzare progetti educativi.